Capita a volte, sempre meno in verità, che quando si parla di sicurezza sul lavoro in realtà semplici come studi professionali, alle domande: 

“QUANTI ESTINTORI AVETE, QUANTI SONO GLI ADDETTI ALLE EMERGENZE”

c’è la possibilità di ricevere due tipi di risposte:

“IO oppure SE SUCCEDE CHIAMO IL 112”

Buone entrambe ma…

  • Buona solo se il/la titolare è sempre presente e non ci sono troppi elementi di innesco, e che questi siano gestiti opportunamente;
  • Buona solo se, nel frattempo che intervengono le squadre allertate del 112 e queste arrivano, qualcosa siamo stati in grado di fare per contenere, evacuare ed eventualmente portare i primi soccorsi o fare i primi interventi.

Non sono pochi i casi in cui, anche solo nel caso di piccole attività manutentive, qualcosa possa andare storto.

In qualità di committenti, è bene adottare e far adottare le cautele necessarie affinché situazioni di emergenza possano venire scongiurate ed affrontate tempestivamente.

Non è sufficiente dire: 

“MA IO HO CHIAMATO L’ESPERTO. SAPRÀ BENE COSA FARE.”

No. Non è sufficiente!

Non fosse altro perché “è mio compito tutelare la propria ed altrui incolumità”.

SIAMO A DISPOSIZIONE ANCHE SOLO PER UN CONFRONTO ED UNO SCAMBIO DI ESPERIENZE MAGARI UTILI AD UNA VERA PREVENZIONE.