Non c’è mai una decisione che possa accontentare e soddisfare tutte le esigenze ed idee.

In alcuni momenti però è necessario prendere una strada, dopo aver sentito e valutato tutte le migliori eminenze grigie disponibili nazionali ed internazionali, osservato le evoluzioni, stimato le conseguenze del non decidere.

Ieri il dado è stato tratto.

Chi sarà d’accordo, chi non lo sarà, chi brontolerà, chi sarà proprio arrabbiato evocando la mancata possibilità del libero arbitrio ma, tant’è, così son le cose.

Testo integrale comunicato Palazzo Chigi – PCM:

Certificazioni verdi Covid-19 (Green Pass)

Sarà possibile svolgere alcune attività solo se si è in possesso di:

  1. certificazioni verdi Covid-19 (Green Pass), comprovanti l’inoculamento almeno della prima dose vaccinale Sars-CoV-2 o la guarigione dall’infezione da Sars-CoV-2 (validità 6 mesi)
  2. effettuazione di un test molecolare o antigenico rapido con risultato negativo al virus Sars-CoV-2 (con validità 48 ore)

Questa documentazione sarà richiesta poter svolgere o accedere alle seguenti attività o ambiti a partire dal 6 agosto prossimo:

-Servizi per la ristorazione svolti da qualsiasi esercizio per consumo al tavolo al chiuso
-Spettacoli aperti al pubblico, eventi e competizioni sportivi
-Musei, altri istituti e luoghi della cultura e mostre;
-Piscine, centri natatori, palestre, sport di squadra, centri benessere, anche all’interno di strutture ricettive, limitatamente alle attività al chiuso;
-Sagre e fiere, convegni e congressi;
-Centri termali, parchi tematici e di divertimento;
-Centri culturali, centri sociali e ricreativi, limitatamente alle attività al chiuso e con esclusione dei centri educativi per l’infanzia, i centri estivi e le relative attività di ristorazione;
-Attività di sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò;
-Concorsi pubblici.