Estratto da articolo di puntosicuro, di estremo interesse per qualche analisi.

Il numero degli infortuni sul lavoro denunciati nel primo quadrimestre 2020 è diminuito:

  • dell’8,6% nella gestione Industria e servizi (dai 155.588 casi del 2019 ai 142.256 del 2020),
  • del 25,0% in Agricoltura (da 10.199 a 7.651)
  • del 50,1% nel Conto Stato (da 44.933 a 22.412)

Per quest’ultima gestione, in particolare, si è registrato tra marzo e aprile un crollo delle denunce: dalle circa 22mila del 2019 alle quasi 1.400 del 2020 (-93,7%).

Questo calo è per effetto dell’utilizzo della prestazione lavorativa in modalità agile dalla quasi totalità dei dipendenti statali e dell’assenza degli studenti nelle scuole/università statali, chiuse per evitare il propagarsi del contagio.

In controtendenza rispetto all’andamento degli altri settori economici, il settore Ateco “Sanità e assistenza sociale” ha registrato un forte incremento delle denunce di infortunio in occasione di lavoro:

  • +184% su base quadrimestrale
  • +388% su base bimestrale (marzo-aprile 2020 vs marzo-aprile 2019)

passando dai circa quattromila casi di marzo-aprile 2019 ai quasi 19mila di marzo-aprile 2020 (circa tre denunce su quattro riguardano il contagio da Covid-19).

CASI MORTALI

Le denunce di infortunio sul lavoro con esito mortale presentate all’Istituto nel primo quadrimestre di quest’anno sono state 280 che, pur nella provvisorietà dei dati, mostrano un calo di 23 casi rispetto ai 303 registrati nello stesso periodo del 2019 (-7,6%).

Il decremento rilevato nel confronto tra i primi quadrimestri del 2020 e del 2019 è legato soprattutto alla componente maschile, i cui casi mortali denunciati sono passati da 277 a 256 (-21 decessi), mentre quella femminile ha fatto registrare due casi in meno, da 26 a 24. In calo sia le denunce di infortuni mortali dei lavoratori italiani (da 247 a 237), sia quelle dei comunitari (da 24 a 16) ed extracomunitari (da 32 a 27).

DENUNCE DI MALATTIA PROFESSIONALE

Le denunce di malattia professionale protocollate dall’Inail nei primi quattro mesi del 2020 sono state 14.768, 6.456 in meno rispetto allo stesso periodo del 2019 (-30,4%).

Anche in questo caso a influenzare la flessione è il numero delle denunce presentate tra marzo e aprile 2020, in riduzione del 62,2% rispetto allo stesso bimestre del 2019.

Articolo completo https://www.puntosicuro.it/sicurezza-sul-lavoro-C-1/tipologie-di-contenuto-C-6/dati-statistiche-C-54/infortuni-malattie-professionali-i-dati-inail-del-primo-quadrimestre-2020-AR-20167/?utm_source=newsletter&utm_medium=email&utm_content=7&utm_campaign=nl20200610%2BPuntoSicuro%3A+sommario+del+10+giugno+2020&iFromNewsletterID=3139